A Velletri la festa diocesana per gli adolescenti

A Velletri la festa diocesana per gli adolescenti

Domenica 7 aprile l’iniziativa della pastorale giovanile Don Magnotta: sperimentare una Chiesa accogliente
31 Marzo 2019 Adolescenti

Vi vogliono far tacere: voi gridate!». Queste parole di papa Francesco, rivolte ai giovani nell’omelia della Domenica delle Palme dello scorso anno, saranno il tema della Festa diocesana per gli adolescenti che si terrà domenica 7 aprile a Santa Maria dell’Acero a Velletri. L’iniziativa, proposta per il quinto anno dal Servizio per la pastorale giovanile di Roma, è rivolta principalmente agli adolescenti tra i 13 e i 16 anni, fascia che rappresenta «la parte più consistente dell’attuale pastorale giovanile, i nostri principali interlocutori nelle parrocchie», spiega il direttore del Servizio diocesano, don Antonio Magnotta. «Vogliamo far sperimentare ai giovani una Chiesa accogliente – sottolinea –, una Chiesa madre dal cuore aperto, come dice papa Francesco nell’Evangelii gaudium. E crediamo che questa vocazione vada indirizzata soprattutto ai ragazzi più piccoli: accoglierli in un ambiente familiare, farli sentire custoditi, permetterà di dare loro radici e di dare anche futuro alla stessa pastorale giovanile». Al mattino sarà proposto ai ragazzi un percorso di attività, giochi e riflessioni che permetteranno di guardare all’esperienza del grido da molteplici prospettive: «Un incoraggiamento a gridare la propria gioia per poterla testimoniare – spiega don Antonio – ma anche un invito a contattare il desiderio di gridare i propri disagi, le fragilità, le solitudini, le ingiustizie così come il bene che è nel mondo. E ancora, a saper dare voce al proprio grido anche nella preghiera, nella relazione con Dio». Nel pomeriggio, sarà la volta del concerto di Tommaso Valsecchi, in arte Shoek. Il rapper cristiano testimonierà il suo incontro col Signore dopo un’infanzia e un’adolescenza difficili e il suo vivere la musica come strumento per gridare la sete di autenticità e limpidezza. Chiuderà la giornata la celebrazione eucaristica. L’iniziativa di incontro e di festa si inserisce nell’ottica di «attivare processi di relazione» tra gli adolescenti ma anche tra i giovani animatori che accompagnano i gruppi dei ragazzi nella ferialità della vita parrocchiale. Proprio in vista della formazione degli educatori la pastorale giovanile sta dedicando da quattro anni le sue energie: «Il Servizio diocesano – aggiunge Magnotta – ha fatto la scelta di una formazione non centralizzata ma nel territorio», attivando percorsi formativi che trattano tematiche quali i linguaggi dell’annuncio, l’animazione di un gruppo e la figura dell’animatore. Gli incontri, che si svolgono quest’anno in 31 prefetture della diocesi, vogliono promuovere relazioni che, nell’interazione e nella condivisione della progettualità tra realtà parrocchiali, possano sfociare in «veri laboratori di pastorale giovanile sul territorio». «

Ufficio per la Pastorale Giovanile
della Diocesi di Roma

Piazza Giovanni Paolo II, 6 - 00184 Roma
06 69886447
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscriviti alla Newsletter

Copyright 2018 - Tutti i diritti riservati - Powered by Nova Opera