La pastorale giovanile riparte con le videoconferenze

La pastorale giovanile riparte con le videoconferenze

“Pit stop” è il nome dell’iniziativa. Gli appuntamenti suddivisi per settori, dal 4 al 7 maggio. In ogni incontro virtuale, presente uno dei vescovi ausiliari
04 Maggio 2020 Diocesi

Il cammino della pastorale giovanile della diocesi di Roma riprende on line, tramite videoconferenze suddivise per settori. Si comincia oggi, 4 maggio, con il settore Nord e si prosegue fino a giovedì 7 con gli altri settori in cui è articolato il territorio della Chiesa di Roma. «Nella riunione “virtuale” – anticipa il direttore del Servizio diocesano per la pastorale giovanile don Antonio Magnotta – proveremo a raccontarci, con la possibilità che abbiamo, come stiamo vivendo la relazione con i ragazzi, quali passi fatti, quali attese, quali bisogni e quali domande e proveremo a condividere qualche proposta anche estiva maturata in équipe diocesana, che vorremmo valutare e costruire insieme ».

A ogni appuntamento sarà presente uno dei vescovi ausiliari: «Hanno sempre sostenuto il lavoro formativo nelle prefetture e la loro presenza è sicuramente segno di incoraggiamento e fiducia verso il vostro servizio». “Pit stop” è il nome dell’iniziativa, a cui don Magnotta ha invitato tutti gli educatori a partecipare, con una lettera inviata nei giorni scorsi. «Nessuno di noi è leader solitario – scrive tra l’altro il sacerdote – ma è dentro il grembo materno della Chiesa che diamo futuro al nostro stare con gli adolescenti. La situazione difficile e delicata che stiamo vivendo ha fatto emergere questa verità con chiara evidenza, pur nella distanza e nell’assenza del nostro incontrarci. La comunità rimane sempre il soggetto della pastorale giovanile e su questo non ci stancheremo mai di insistere».

Le videoconferenze proseguono idealmente il percorso iniziato a febbraio nelle diverse prefetture; una settantina gli incontri che si sono già svolti e che hanno toccato temi come formazione, relazione, condivisione, ma anche i linguaggi dell’annuncio, l’animazione di un gruppo, il profilo dell’educatore, la programmazione di un itinerario. Adesso, riflette il direttore della pastorale giovanile, è il «momento di ascoltare ciò che stiamo vivendo. Non è, almeno a me pare, il tempo di interpretare, insegnare come vivere, quali risposte dare… ma metterci insieme con umiltà dietro al Signore e ascoltare lo Spirito Santo che ci suggerisce i passi da compiere. Siamo certi della tenerezza forte con cui il Signore Risorto attraversa con noi lo smarrimento, davanti a tanti fratelli che hanno sperimentato, nella solitudine, la sofferenza e la morte».

Ufficio per la Pastorale Giovanile
della Diocesi di Roma

Piazza Giovanni Paolo II, 6 - 00184 Roma
06 69886447
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscriviti alla Newsletter

Invalid Input
Invalid Input
Autorizzazione necessaria
Autorizzazione necessaria

Copyright 2018 - Tutti i diritti riservati - Powered by Nova Opera