Osare la santità per dare radici ai ragazzi

Osare la santità per dare radici ai ragazzi

Editoriale di don Antonio Magnotta sul quotidiano "RomaSette" del 29 luglio 2018.
29 Luglio 2018 Parole del direttore

La cura pastorale delle nuove generazioni rischia di frantumarsi ingenuamente, in un' esclusiva e solitaria concentrazione all'interno di un bagaglio cui attingere attività ad effetto, carismi troppo individuali, iniziative continue e nella fretta ansiosa dell'immediatezza del risultato evitando la delicatezza di curare il processo. Tale approccio c'illude di aver inciso perché il fuoco d'artificio, ben curato e preparato, ha provocato movimento ed entusiasmo a tal punto da non sentire più l'esigenza della verifica; ci troviamo così, a doverci muovere nella coesistenza di diversi modelli di pastorale giovanile che provocano disorientamento negli stessi destinatari! Il prossimo Sinodo è una sana provocazione: nell'agenda della Chiesa è chiaro che curare i giovani deve essere un'attenzione corale della comunità.

Una pastorale giovanile consumata in modo isolato dalla comunità non ha futuro; è dentro una comunità che si diventa cristiani, mai al di fuori di essa. E' tutta la comunità, infatti, che evangelizza ed educa i giovani (cfr. EG, 106) e al n. 5 dell'Inst. Laboris della prossima assemblea dei Vescovi si esprime con lucidità: "quando isoliamo i giovani, facciamo un'ingiustizia; togliamo loro l'appartenenza". Il nostro Vescovo non ha esitato a dirci: "uno dei problemi… più difficili dei giovani è questo: che sono sradicati". Dare radici significa mettere i piedi nella terra sacra dalla comunità, all'interno di un grembo materno che sostiene, accompagna e che in silenzio genera legame, ha in sé la profezia del futuro e suscita vocazioni, fecondità di risposta alla sequela. Commuove visitare gruppi di ragazzi di parrocchie della nostra città che non camminano da soli; percepisci che quelle parrocchie hanno accolto la sfida di "vivere insieme, di mescolarci, di incontrarci di prenderci in braccio, di appoggiarci, di partecipare a questa marea un po' caotica che può trasformarsi in una vera esperienza di fraternità, in una carovana solidale" (EG, 87).

Il cammino verso il Sinodo ci sta aiutando a considerare che oggi siamo più preoccupati di trasmettere che di narrare, più di convincere che di condividere, più di progettare che di convertirci, più di dare la fede che generarla. Il termine generare diventa centrale in questo nuovo paradigma pastorale: se non si genera non si rende mai visibile ai nostri ragazzi il Volto reale, festoso e tenero di Cristo! L'incapacità generativa è camuffata con una maldestra presunzione che siamo in ascolto: c'illudiamo di farlo con sondaggi, inchieste, misurazioni virtuali dove i risultati sono già confezionati. Ascolteremo sul serio se sarà permanente un'appassionata opera generativa: "Per questo occorrerà che le nostre comunità diventino capaci di generare un popolo…. cioè di offrire e generare relazioni nelle quali la nostra gente possa sentirsi…. parte non anonima di un tutto" (Papa Francesco alla Diocesi di Roma, 14 Maggio).

Nel cuore del Sinodo saranno canonizzati Romero, Nunzio Sulprizio, Paolo VI: la via della franchezza fino alla fine, la concretezza delle mani di un giovane operaio e il confronto coraggioso con il limite, l'audacia di un Papa che non ha avuto timore di proporre al mondo il "grande Vivente, il Cristo eternamente giovane!" (Messaggio del Concilio ai Giovani). Ci auguriamo di mettere in atto una cura dei ragazzi più umile e autentica, capace di formare e accompagnare in itinerari feriali, dove noi per primi osiamo la santità e l'integrità dell'intenzione con l'augurio che ogni ragazzo non s'incontri con la "freddezza di una porta chiusa, ma con una madre del cuore aperto!" (cfr. EG, 46-47).

don Antonio Magnotta

Ufficio per la Pastorale Giovanile
della Diocesi di Roma

Piazza Giovanni Paolo II, 6 - 00184 Roma
06 69886447
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscriviti alla Newsletter

Copyright 2018 - Tutti i diritti riservati - Powered by Nova Opera

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta