Panama a Roma: la catechesi di don Antonio Magnotta

Panama a Roma: la catechesi di don Antonio Magnotta

29 Gennaio 2019 Parole del direttore

Panama a Roma

Ecco la serva del Signore, avvenga di me secondo la Tua Parola

La Parola della GMG 2019

Luca 1, 26-38

Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te». A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all'angelo: «Come è possibile? Non conosco uomo». Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: nulla è impossibile a Dio».

Una traccia per leggere la Parola…

  • L’angelo va da una ragazza vergine, piena di grazia. E’ un’anfora piena di presenza, di pienezza. Vogliamo questa notte contemplare questa ragazza che ha fatto della sua casa di Nazareth, del suo rapporto con Giuseppe, del suo quotidiano un luogo di pienezza, uno spazio denso, senza momenti vuoti…. La mia ferialità, il mio oggi come lo vivo? Il mio quotidiano spesso grigio, ansioso, monotono… talvolta svuotato! Voglio riempire la mia Nazareth di Te, Signore. Le mie relazioni affettive, amicali del tuo amore! Dio entra in questa pienezza, e vuole entrare nel giorno dell’uomo ( il sesto mese) e così il tuo quotidiano diventa luogo del cielo! La tua vita avrà il sapore e il gusto del cielo.
  • Eppure tu spesso sottovaluti il tuo quotidiano: picchi di entusiasmo a delusioni ed amarezze, fino a giungere talvolta a considerarti nulla, a non stimarti fino a quando Qualcuno ti sveglia e ti arriva a dire: Tu vali, Tu sei piena di grazia! Non esita a fartelo dire da un angelo, non esita stanotte, in una pagina piena di Spirito Santo, a dirti: Tu vali, tu sei colmo di bene perché anche se non te ne accorgi sei avvolto dalla mia presenza, dalla mia grazia! Considera la tua vita sotto lo sguardo di Dio e fatti consolare da quella Parola che ogni volta che la pari saprà dirti: Tu sei pieno, piena di grazia!
  • Allora si entra in una dimensione vergine della vita che sa di gratuità, di limpidezza, di integra chiarezza di chi sei. E così ti puoi rallegrare, puoi gioire di una gioia che ha il gustonon di un momento, ma di una bella definitività.
  • Il Signore è con te: questa è la verità della vita. “Ecco io sono con voi tutti i giorni!” Qui è la radice, qui è il tuo futuro. Questo ti viene offerto per sempre: Tu puoi dire con lucida chiarezza che il Signore è con te oggi e sempre e questa compagnia sarà il tesoro della tua vita. Abbi stanotte il coraggio di dirGli: toglimi tutto, ma mai l’amicizia con Te!
  • Da questa compagnia che va gustata, va vissuta in un Tu per tu autentico, diventerai capace di generare e dare carne a Gesù: potrai abbracciarlo per te, potrai offrirlo agli altri. La tua vita sarà questo! Non puoi desiderare altro: l’unico modo degno di condurre la vita è abbracciare Dio e generarlo continuamente, offrirlo agli altri. Pensa alla bellezza del matrimonio, della consacrazione, a quanto potrai dire ad una creatura: Prometto con la grazia di Cristo di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita… o quando prostrato in terra e nelle mani di un altro metterai il tuo cuore e il tuo amore.
  • Sì, ma come? La modalità devi lasciarla scegliere a Lui: qui è più difficile. Gesù stesso non si è scelto la sua Pasqua, gli è stata preparata in quella modalità, in quel percorso fatto di tradimento, di isolamento, di atrocità… la modalità sarà del Signore. Impara a lasciarti amare, perché è più facile amare che lasciarsi amare ( S. Ignazio di Antiochia!)
  • La tua garanzia è che lo Spirito Santo scenderà su di te: è Lui il principio della vita, non puoi sostituirti a Lui; quello Spirito che come colomba covava nella creazione, cova nel tuo intimo e genera in te il nuovo, solo se lasci spazio allo Spirito il tuo oggi sarà pienezza. Non ti accontentare dell’illusione anche buona delle cose, non farle a modo tuo, non fare cose buone senza lo Spirito Santo, cose buone in una mentalità mondana!
  • E allora stanotte sei disarmato: abbi il coraggio di dire: Ecco, sono il tuo servo, la tua serva. In quelle parole nasce l’appartenenza, la solida roccia di un legame. Signore, io ti appartengo. Quanto doveva essere bello alle orechhie di Dio quell’Eccomi. La creatura che offre il suo amore: Maria fa il suo passo in avanti. Dio attende il tuo.
  • E langelo partì da lei: quella solitudine in cui rimane Maria ci deve colpire: è la solitudine della responsabilità, della contraddizione, del timore, ma è lo spazio della fecondità. Qui si apre lo spazio che sei tu in prima persona; la tua vocazione non si può delegare. Il tuo sì è quello che il Signore attende, il tuo sì è quello di cui tutti abbiamo bisogno! Accogli quella solitudine e il Signore la riempirà del centuplo.

«Prendi, Signore, e ricevi
tutta la mia libertà,
la mia memoria,
la mia intelligenza
e tutta la mia volontà,
tutto ciò che ho e possiedo;
tu me lo hai dato,
a te, Signore, lo ridono;
tutto è tuo,
di tutto disponi
secondo la tua volontà:
dammi solo il tuo amore e la tua grazia;
e questo mi basta».

Ufficio per la Pastorale Giovanile
della Diocesi di Roma

Piazza Giovanni Paolo II, 6 - 00184 Roma
06 69886447
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscriviti alla Newsletter

Invalid Input
Invalid Input
Autorizzazione necessaria
Autorizzazione necessaria

Copyright 2018 - Tutti i diritti riservati - Powered by Nova Opera